Articolo evidenziato

Leggendo le parabole – Il granello di senape

L’uso e lo sviluppo del poco “Disse ancora”: quell’ancora dello Spirito santo serve ad indicarci che stiamo vedendo aspetti parziali, e che ci converrà dopo, guardarli nell’assieme per averne il concetto chiaro. Disse ancora: “A che assomiglierò io il Regno dei cieli, e con quale similitudine, lo rappresenteremo?” La domanda, nella bocca di Gesù, è meravigliosa, come se fosse difficile spiegare il soggetto. La difficoltà non fù, non è in Lui, ma in noi ad intendere; perciò serve a dirci che bisogna, per lo Spirito Santo, indagare, al di là delle nude parole, coglierne il senso, e soprattutto, imparare ad … Continua a leggere Leggendo le parabole – Il granello di senape

Al Golgota si incontrano le età 2° parte

Non dobbiamo cominciare dal libro per arrivare a Cristo, ma scendere da Cristo al Libro. La Rivelazione, l’intuizione divina, viene in primo luogo; la dottrina viene dopo. Nell’originale, il vocabolo adoperato per “Parole” rema si riferisce, in una porzione dell’Antico Testamento (septuagint) a fatti. Nel Signore, parole e fatti sono equivalenti; Le parole sono realtà e non vaghe espressioni che passano. Per cui, se desideriamo realtà in noi, dobbiamo cominciare col guardare Gesù, mettendoci sotto la guida dello Spirito Santo, il quale Egli ha mandato come Maestro nella Chiesa. Naturalmente, lo Spirito santo adopera anche il libro, ma solo come … Continua a leggere Al Golgota si incontrano le età 2° parte

Camminare senza sostegno

…La presenza del fratello, certo, vi è stata di conforto; ma dobbiamo imparare a rimanere soli, e volare come le aquile nelle grandi alture. Tutte le lezioni ed esperienze tendono a farci imparare a camminare senza sostegno di altro uomo, ma sempre appoggiati, anche quando non vediamo e non sentiamo nulla, all’invisibile. Anche per questo il Signore ci sparpaglia e allontana gli uni dagli altri, anzi, di preferenza ci tiene lontani da quelli che più vorremmo avere vicini. Non si può stare sempre nelle radunanze, o girare. Vicino al diletto dello spirito vi è spesso, un pò e, a volte, … Continua a leggere Camminare senza sostegno

Articolo evidenziato

Il numero della bestia – 666 Apocalisse 13.18

Apocalisse 13.18 “Nota: noi aborriamo le inutili discussioni. Molto si e scritto sul numero 666; come del resto circa “apocalisse”. Avvertiamo che le applicazioni sui passi scritturali, spesso sono varie ed edificanti: Il senso della Parola (qui intendiamo ANCHE scrittura) é “infinito”. Illuminando secondo le varie capacità ricettive. Ora al soggetto. Cosi il sacro scrittore: “Qui è la sapienza. Chi ha intendimento conti il numero della bestia; Conciosiacché sia numero d’uomo; E’ il suo numero è seicentosessantasei” (apocalisse 13:18). Sapienza e intendimento precedono il contare il numero della bestia (si leggano i versi 11 e 18 dello stesso capitolo). Sapienza, … Continua a leggere Il numero della bestia – 666 Apocalisse 13.18

Di Dio: del figliuolo di Dio

Quindi abbiamo avuto fede nel Figliolo, cioè siamo venuti a Lui, cominciamo ad impossessarci dei beni di Lui: cioè, coloro che sono nel Regno, e ne intendono i misteri, arrivano ad identificarsi col Figliolo. Dopo aver avuto fede verso, per, in, non se ne contentano più: sono stanchi di guardare a se medesimi, ed esaminarsi se hanno, e quanta ne hanno, di fede, ma si lanciano nel cuore del Figliolo di Dio, del quale hanno avuto più larga rivelazione, e si appropriano le Sue ricchezze. Gesù fù uomo di Fede; conobbe il Padre. Conoscere, amare, credere sono legati insieme. Alla … Continua a leggere Di Dio: del figliuolo di Dio

Lo Spirito Santo

Ma il Consolatore, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, egli v’insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto. Giov. 14:26 Sono stati scritti libri e versati fiumi di parole per cercare di definire l’invisibile Signore. Mi limiterò a dire solo poche parole: Chi crede e riceve Gesù, riceve lo Spirito Santo, il Consolatore; chi ha lo Spirito Santo ha un Maestro che non si stanca di insegnare e non finisce mai di ricordare ogni cosa che riguarda il Regno dello Spirito. Lo Spirito Santo è anche chiamato “Consolatore” per ricordarci che … Continua a leggere Lo Spirito Santo

Cristo per fede

da una meditazione del pastore Giuseppe Petrelli (prima metà del secolo scorso) “E Cristo abiti nei vostri cuori per fede…” (Efesi III, 17:19) Abbiamo tutti, più volte, veduto madri guidare, con amorevole persuasione, figlioli riluttanti; abbiamo letto che i viaggiatori, i quali desiderano raggiungere le alture delle grandi montagne, debbono seguire fedelmente le loro guide. E tutti sappiamo di essere arrivati a qualche esperienza, a seguito di indirizzi ricevuti e seguiti. Il cristiano tende al più alto ideale; ma, come il bambino ed il viaggiatore, egli deve seguire una guida. E suprema direzione è la Parola della Scrittura; essa lo … Continua a leggere Cristo per fede